Home arrow Nuntio Vobis
Nuntio Vobis
feb 24 2024
Seconda domenica di Quaresima PDF Stampa E-mail
Riflessioni
Scritto da Angela Fariello   
sabato 24 febbraio 2024

La seconda tappa del cammino quaresimale ci vede impegnati a contemplare la trasfigurazione del Signore,

a riconoscere il mistero della sua divinità nella sua santa umanità.

In Cristo siamo invitati a fare spazio nel nostro cuore per ascoltare con fede la Sua parola

e accogliere come lievito di rinnovamento la sua presenza in noi.

 

2quaresima24.jpg

 

IL VANGELO

 

In quel tempo, Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni e li condusse su un alto monte, in disparte, loro soli. Fu trasfigurato davanti a loro e le sue vesti divennero splendenti, bianchissime: nessun lavandaio sulla terra potrebbe renderle così bianche.

E apparve loro Elia con Mosè e conversavano con Gesù. Prendendo la parola, Pietro disse a Gesù: «Rabbì, è bello per noi essere qui;facciamo tre capanne, una per te, una per Mosè e una per Elia». Non sapeva infatti che cosa dire, Perché erano spaventati. Venne una nube che li coprì con la sua ombra e dalla nube uscì una voce: «Questi è il Figlio mio, l'amato: ascoltatelo!».

E improvvisamente, guardandosi attorno, non videro più nessuno, se non Gesù solo, con loro. Mentre scendevano dal monte, ordinò loro di non raccontare ad alcuno ciò che avevano visto, se non dopo che il Figlio dell'uomo fosse risorto dai morti. Ed essi tennero fra loro la cosa, chiedendosi che cosa volesse dire risorgere dai morti.

 

 

MEDITARE E RIFLETTERE

 

Siamo invitati a volgere il nostro sguardo contemplativo verso il Cristo, che illumina il cammino penitenziale e di conversione della Quaresima per riappropriarci in lui della nostra umanità. La vita spirituale è un cammino di umanizzazione che trasforma nell'intimo il cuore dei credenti.


La trasfigurazione avviene in un contesto di lontananza dalla vita quotidiana e dai suoi rumori e affanni. Il testo parla di Gesù che conduce i tre in disparte e su un alto monte, questo per calarsi nel silenzio che favorisce l'incontro con Dio. Già il profeta Osea suggeriva: «La attirerò a me, la condurrò nel deserto e parlerò al suo cuore» (Os 2,16). In generale, il monte è luogo abituale di incontro con Dio. Anche Mosè era salito sul monte per ascoltare Dio e ricevere le Dieci Parole (cf. Es 19,20).

 

Leggi tutto...
 
feb 18 2024
Prima domenica di Quaresima PDF Stampa E-mail
Riflessioni
Scritto da Angela Fariello   
domenica 18 febbraio 2024

 

 Il tempo quaresimale che abbiamo iniziato da poco, ci richiama alla purificazione del cuore.La conversione non è mai un fatto episodico ma è un atteggiamento costante, che interessa tutta la persona nelle varie stagioni della vita.
Con Gesù la conversione significa volgersi verso di Lui, camminare dietro a Lui, rimanere nel suo amore, osservare i suoi comandamenti, combattere con l'egoismo che ci disorienta e desertifica, significa cambiare "mentalità", modo di pensare ed intendere la vita.

 

 

1quaresima24.jpg

 

IL VANGELO

In quel tempo, lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni, tentato da Satana. Stava con le bestie selvatiche e gli angeli lo servivano. Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù andò nella Galilea, proclamando il vangelo di Dio, e diceva: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è icino; convertitevi e credete nel Vangelo».

 

 

MEDITARE E RIFLETTERE

 

Lo scenario biblico di questa prima domenica di Quaresima è il deserto, che nella tradizione biblica è il luogo della prova, della verifica, della solitudine con il nostro io profondo. È anche il luogo della parola, come deserto richiama il silenzio esteriore che può far emergere non solo le tante e troppe voci che ffollano la nostra mente, ma anche la voce di Dio che continua a parlarci, a voler dialogare con noi nell'intimità della nostra coscienza. Certamente siamo invitati ad entrare anche nello spazio della tentazione, ma con Gesù, per vincere, non da soli, ma con il suo aiuto.

Le tentazioni non si evitano ma si attraversano. "Senza tentazioni nessuno si salva, perché scompare la libertà" diceva il grande abate Antonio. Cedere alla tentazione è voltare le spalle a Dio e voler costruire l'esistenza in proprio anziché in collaborazione e comunione con Dio e con i fratelli che ci vivono accanto; è scegliere Dio o gli idoli, cioè li assoluti della nostra società: soldi, piacere, potere, successo.

Affrontare la tentazione, allora, è affrontare questi idoli nel deserto profondo di noi stessi nel quale difficilmente scendiamo per paura di misurarci con le nostre cupidigie e false consolazioni. Se con coraggio ci accorgiamo di essere cenere plasmata dalle mani di Dio, scopriremo che anche il nostro deserto può trasformarsi in una valle fiorita.

 

Leggi tutto...
 
feb 13 2024
Quaresima 2024 - Calendario liturgico-pastorale PDF Stampa E-mail
Annunci Parrocchiali
Scritto da Angela Fariello   
martedì 13 febbraio 2024

 

"Che cosa chiedete alla Chiesa?

 

La fede"

 

 

battesimi23.png
 

14 Febbraio, Mercoledì delle ceneri - giorno di digiuno e astinenza

S. Messe con imposizione delle sacre ceneri in Chiesa Madre ore; 9:00 e 19:00

Santa Messa con imposizione delle sacre ceneri presso la Casa Della Carità S. Vincenzo ore: 16.00

 

16 Febbraio, Venerdì

Ore 19:30 in Chiesa madre Liturgia di inizio Quaresima.

 

18 Febbraio, I Domenica di Quaresima

 

23 Febbraio, Venerdì

Ore 19:15 Via Crucis in chiesa madre animata dal C.P.P. e C.P.A.E.

 

24 Febbraio, Sabato

Ore 15.00 Ritiro comunitario di Quaresima tenuto da Padre Franco Annicchiarico presso l'Istituto San Giuseppe

 

25 Febbraio, II Domenica di Quaresima

ore 18.30 Inizio novena Madonna di Costantinopoli

 

1 Marzo, Venerdì

Ore 19:15 Via Crucis in chiesa madre animata dai ragazzi delle fascia sacramentale

 

3 Marzo, III Domenica di Quaresima

 

5 Marzo, Martedì, Festa della Madonna di Costantinopoli.

S. Messe ore: 8:30 - 10:00 e 18:00. 

Ore 19:00 Processione con l'immagine della Madonna di Costantinopoli per le vie del paese

 

7 Marzo, Giovedì

ore 16:30 Pellegrinaggio con le altre parrocchie del  nostro vicariato a Bari in Cattedrale per onorare la B.V. Maria Odegitria

 

8 Marzo, Venerdì

ore 19.15 Via Crucis cittadina animata dalle Confraternite con partenza dalla Madonna delle Grazie.

Le 14 croci in questa Quaresima saranno collocate nella zona sud - dal municipio verso Altamura, dove si terrà la Via Crucis

 

 

Leggi tutto...
 
feb 13 2024
Mercoledì delle ceneri PDF Stampa E-mail
Riflessioni
Scritto da Angela Fariello   
martedì 13 febbraio 2024

 

Questo è il momento favorevole,

è il momento giusto per dare lo sprint e prendere sul serio noi e Dio

 

 

ceneri22.jpg

Inizia la quaresima, ed aggiungerei finalmente, perché c'è un bisogno vero di conversione, di autenticità, di Vangelo. Papa Francesco si dà da fare e lo dice in tutte le salse che "la creazione attende con impazienza lo svelamento dei figli di Dio", non di imborghesiti o arrabbiati cristiani "fai da te" ma, prendendo le parole dalla preghiera di colletta di domenica scorsa, di "instancabili operatori di bene e di pace". Sì, perché seguire Gesù è affascinante, è come salire su una giostra che non avremmo mai pensato così bella che, però, allo stesso tempo, ci mostra anche i limiti del nostro cuore, poiché non si passa di trionfo in trionfo ma di salvezza in salvezza. Per questo abbiamo chiesto che la Sua Parola risuonasse in noi, ed eccoci qui in quaresima.

 

Questo è un tempo di conversione e di riconciliazione ma, se vogliamo, come dice il vangelo di oggi, è un tempo per prepararci a gustare la ricompensa di Dio e quindi prepararci alla Pasqua, quella prossima e, possibilmente, anche a quella definitiva. Non si tratta di fare un po' più del bene, qualche fioretto qua e là, ma di entrare nel silenzio della nostra camera (Matteo usa questo termine nonostante non fosse di uso comune che ognuno avesse una propria camera!), dentro di sé, proprio lì dove spesso evitiamo di entrare.

 

C'è una parte dentro di noi che facciamo più resistenza a visitare, chi più chi meno; c'è chi evita e chi la fugge proprio, ma è la stanza più preziosa. C'è chi si riempie la vita di affanni per non pensare, chi si mette le cuffiette per evitare qualsiasi contatto con se stesso, chi sta eternamente connesso, chi non si perde nessun buongiorno o buonanotte sui social o chissà cosa pur di non fermarsi. La Quaresima è quello spettacolo, la meraviglia di entrare in questo luogo e trovarci dentro non a guardare le nostre sconfitte o dolori, ma a permanere sotto lo sguardo benevolo del Padre che ci "ricompensa", ci sovraccarica di vita, ci accoglie nel suo abbraccio benedicente.

 

Perché allora il digiuno? Perché la preghiera e l'elemosina si capiscono pure, ma il digiuno?


 

Leggi tutto...
 
dic 24 2023
Quarta domenica di Avvento PDF Stampa E-mail
Riflessioni
Scritto da Angela Fariello   
domenica 24 dicembre 2023
La Vergine Madre
4avvento23.png
Vigilanti nell'attesa, con Maria, invochiamo Cristo Salvatore, nostra pace e nostra speranza.
Tra i modelli che ci sono proposti nell'Avvento emergono Maria e Giovanni Battista.
Il Precursore che gridava nel deserto: «Preparate la strada al Signore!», cammina ancora oggi davanti a Cristo per preparargli il cammino,
nella Chiesa e nei cuori. La "Madre di Dio" ha certamente un posto di privilegio.
Non potremo mai dimenticare che Ella è quel punto della storia in cui la salvezza è entrata, dall'alto, per spandersi su tutta l'umanità.
Maranatha: Vieni, Signore Gesù! 
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 10 - 18 di 643

Vinaora Visitors Counter

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterToday2450
mod_vvisit_counterYesterday4407
mod_vvisit_counterThis week18647
mod_vvisit_counterThis month100000
mod_vvisit_counterAll9337524

Login

Live Users

Created by Francesco Benedetto