Home arrow Nuntio Vobis
Nuntio Vobis
apr 17 2019
Giovedì santo PDF Stampa E-mail
Riflessioni
Scritto da Angela Fariello   
mercoledì 17 aprile 2019

gioved_santo19.png

LA PAROLA ASCOLTATA...

(Gv 13,1-15)

 

Prima della festa di Pasqua, Gesù, sapendo che era venuta la sua ora di passare da questo mondo al Padre, avendo amato i suoi che erano nel mondo, li amò sino alla fine. Durante la cena, quando il diavolo aveva già messo in cuore a Giuda, figlio di Simone Iscariota, di tradirlo, Gesù, sapendo che il Padre gli aveva dato tutto nelle mani e che era venuto da Dio e a Dio ritornava, si alzò da tavola, depose le vesti, prese un asciugamano e se lo cinse attorno alla vita. Poi versò dell'acqua nel catino e cominciò a lavare i piedi dei discepoli e ad asciugarli con l'asciugamano di cui si era cinto. Venne dunque da Simon Pietro e questi gli disse: «Signore, tu lavi i piedi a me?». Rispose Gesù: «Quello che io faccio, tu ora non lo capisci; lo capirai dopo». Gli disse Pietro: «Tu non mi laverai i piedi in eterno!». Gli rispose Gesù: «Se non ti laverò, non avrai parte con me». Gli disse Simon Pietro: «Signore, non solo i miei piedi, ma anche le mani e il capo!». Soggiunse Gesù: «Chi ha fatto il bagno, non ha bisogno di lavarsi se non i piedi ed è tutto puro; e voi siete puri, ma non tutti». Sapeva infatti chi lo tradiva; per questo disse: «Non tutti siete puri». Quando ebbe lavato loro i piedi, riprese le sue vesti, sedette di nuovo e disse loro: «Capite quello che ho fatto per voi? Voi mi chiamate il Maestro e il Signore, e dite bene, perché lo sono. Se dunque io, il Signore e il Maestro, ho lavato i piedi a voi, anche voi dovete lavare i piedi gli uni agli altri. Vi ho dato un esempio, infatti, perché anche voi facciate come io ho fatto a voi».

 

... MEDITATA

Ricordiamoci sempre che siamo discepoli di un Maestro che ha assunto fino alle estreme conseguenze la logica del servizio. Lui vero Dio non ha disdegnato di farsi servo obbediente (cf Fil 2,7).

La reale disponibilità al servizio appare allora l'unica tessera capace di accreditare nel mondo gli autentici discepoli di Gesù. È il segno distintivo del cristiano, il quale sull'esempio del suo Signore sa che solo chi serve, serve davvero! Solo chi ha il coraggio di prendere le distanze da qualsiasi logica di potere e di dominio può dire di seguire il Signore, non a parole, ma con la vita.

Nella Comunità di Gesù lo stile del servizio è l'ideale più sublime e l'impegno più concreto. Servire, come ha fatto Gesù, lui che ci ha dato l'esempio per primo perché lo seguiamo nella concretezza della nostra vita.

E tu cosa vuoi fare della tua vita? Vuoi specializzarti a servire o ti piace, invece, essere servito? Nel primo caso avrai la gioia assicurata; nel secondo, invece, sarà la logica perversa di questo mondo e non il comandamento dell'amore ad ispirarti e caratterizzarti.

 

Leggi tutto...
 
apr 14 2019
Calendario Settimana Santa PDF Stampa E-mail
Annunci Parrocchiali
Scritto da Redazione   
domenica 14 aprile 2019
calendario_settimana_santa19.png
14 aprile: Domenica delle Palme
 
Ore 9.00: Solenne benedizione delle Palmen in piazza A. Moro presso la Chiesa della Madonna delle Grazie: le Palme saranno benedette solo in questo momento. Seguirà la processione verso la Chiesa Madre.
 
Ore 8.00 - 9.30 - 11.00 - 19.00: Sante Messe in Chiesa Madre
Ore 9.30: Santa Messa presso la Casa della Carità San Vincenze de' Paoli
Ore 10.45: Santa Messa presso la Chiesa della Madonna degli Angeli di Quasano.

 
15 e 16 aprile: Lunedì e Martedì santo
 
Ore 7.30: Santa Messa e Lodi comunitarie
Ore 8.00 -18.45: Adorazione Eucaristica in chiesa Madre animata dai gruppi parrocchiali nei due pomeriggi
Ore 19.00: Santa Messa
 
 
17 aprile: Mercoledì santo
 
Ore 7.30: Santa Messa e Lodi comunitarie
Ore 19.00: Santa Messa
 
 
18 aprile: Giovedì santo
 
Ore 10.00: Messa Crismale nella Cattedrale di Bari
Ore 19.00: Messa in Coena Domini
Ore 23.45: Adorazione Eucaristica Comunitaria (solo in Chiesa Madre, tutte le altre chiese saranno chiuse alle 23.30).
 
 
19 aprile: Venerdì santo
 
Ore 9.00: Ufficio delle Letture
Ore 9.30 -12.00: Confessioni (in Chiesa Madre)
Ore 10.00: Ragazzi in preghiera. Adorazione per ragazzi di quinta elementare e scuola media.
Ore 15.00: Liturgia della Passione - Adorazione della Croce
Ore 16.30 - 19.30: Confessioni (presso il Centro Parrocchiale).
Ore 20.00: Processione dei Misteri con Via Crucis.
 
 
20 aprile: Sabato santo
 
Ore 9.00-12.00: Confessioni
Ore 17.00-22.00: Confessioni
Ore 23.00: Veglia di Pasqua (solo in Chiesa Madre)
 
 
21 aprile: Domenica di Risurrezione
 
Ore 8.00 - 9.30 -11.00 - 19.00: Messa in Chiesa Madre
Ore 9.00: Messa presso la Casa della Carità San Vincenzo de' Paoli
Ore 10.30: Messa presso la Chiesa della Madonna degli Angeli di Quasano.
 
 
22 aprile: Lunedì dell'angelo
 
Ore 9.00: Santa Messa presso la Cappella del Cimitero
Ore 11.00: Santa Messa in Chiesa Madre
 
1 maggio: Gita comunitaria a Tolentino e Abbazia di Fiastra.
Per le adesioni rivolgersi al Centro Parrocchiale ai signori Donato Caputo e Giuseppe Mercurio
 
 
 
Dal 12 al 28 aprile compreso, l'Ufficio Parrocchiale, per i certificati e la Segreteria per la prenotazione delle SS. Messe, resteranno chiusi per ragioni pastorali (confessioni e celebrazioni).
 
Dal 23 al 26 aprile la Santa Messa sarà celebrata solo alle ore 19.00.
Il 27 aprile, con la Messa delle ore 9.00 a Quasano, avranno inizio i 7 sabato in onore della Madonna degli Angeli.
 
 
 
apr 14 2019
Domenica delle Palme PDF Stampa E-mail
Riflessioni
Scritto da Redazione   
domenica 14 aprile 2019

domenica_palme19.jpg

 

Invoca lo Spirito

Dio nostro Padre, manda su di noi il tuo Spirito Santo perché spenga il rumore delle nostre parole, faccia regnare il silenzio dell'ascolto e accompagni la tua Parola dai nostri orecchi fino al nostro cuore: così incontreremo Gesù Cristo e conosceremo il suo amore. Egli vive e regna ora e nei secoli dei secoli. Amen.

(Monastero di Bose) 

 

Ascolta la Parola (Lc 19,28-36)

Gesù camminava davanti a tutti salendo verso Gerusalemme. Quando fu vicino a Bètfage e a Betania, presso il monte detto degli Ulivi, inviò due discepoli dicendo: "Andate nel villaggio di fronte; entrando, troverete un puledro legato, sul quale non è mai salito nessuno. Slegatelo e conducetelo qui. [...] Lo condussero allora da Gesù; e gettati i loro mantelli sul puledro, vi fecero salire Gesù. Mentre egli avanzava, stendevano i loro mantelli sulla strada.

 

Medita in silenzio 


Signore Gesù, a Gerusalemme ti hanno acclamato come il Messia. Tu sei entrato in città non come il vincitore, ma come l'innocente condannato, come colui che dona la vita, che vive la fragilità. Tu sei il figlio di Dio che ha scelto di farsi povero per amore. Converti i nostri cuori che cercano successo e comodità, perché come tuoi discepoli possiamo seguirti. 

Leggi tutto...
 
mar 30 2019
Quarta domenica di Quaresima PDF Stampa E-mail
Riflessioni
Scritto da Redazione   
sabato 30 marzo 2019

4quaresima19.jpg

 

Ascolta la Parola (Lc 15, 1-3.11-32)

 

Mi alzerò, andrò da mio padre e gli dirò: "Padre, ho peccato verso il Cielo e davanti a te; non sono più degno di essere chiamato tuo figlio". Quando era ancora lontano, suo padre lo vide, ebbe compassione, gli corse incontro, gli si gettò al collo e lo baciò. Il figlio gli disse: "Padre, ho peccato verso il Cielo e davanti a te". Ma il padre disse ai servi "questo mio figlio era morto ed è tornato in vita, era perduto ed è stato ritrovato".

 

Medita in silenzio

 

Quanto movimento in queste poche righe: mi alzerò, andrò, dirò...lo vide, ne ebbe compassione, gli corse incontro, gli si gettò al collo e lo baciò. L'abbraccio tra il figlio e il padre è il punto di incontro di due movimenti. Quello di un figlio che "muore di fame" (ma anche di solitudine, di mancanza d'amore...), capisce di aver sbagliato e torna per chiedere perdono e quello di un padre che, prima ancora che il figlio chieda scusa, gli corre incontro, lo abbraccia, lo bacia. Tutto si risolve in un abbraccio che perdona.Penso alle mie relazioni personali, quanti rancori, incomprensioni, silenzi sono lì ad aspettare un primo passo... dell'altro! Quanto stagnante orgoglio mi paralizza, quanta ipocrisia incatena il mio desiderio di andare incontro all'altro. E restiamo lì fermi quando invece ..."Nell'abbraccio - ciò che è stato spigolo, linea interrotta o groviglio - diventa di nuovo, come per miracolo, un cerchio perfetto".

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 9 di 491

Vinaora Visitors Counter

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterToday221
mod_vvisit_counterYesterday777
mod_vvisit_counterThis week5153
mod_vvisit_counterThis month22676
mod_vvisit_counterAll5066972

Login

Live Users

Created by Francesco Benedetto