Home arrow Nuntio Vobis
Nuntio Vobis
ott 10 2021
Lettera alla Diocesi all'inizio del cammino sinodale PDF Stampa E-mail
Annunci Parrocchiali
Scritto da Angela Fariello   
domenica 10 ottobre 2021

 

Lettera di S.E. Mons. Giuseppe Satriano, Arcivescovo di Bari-Bitonto,

per l'apertura del cammino sinodale

logo-sinodo-sinodalita.jpg

 

 

Bari, 7 ottobre 2021

 

 

Al Popolo di Dio che è nella Chiesa di Bari-Bitonto

ai laici, alla vita consacrata e ai sacerdoti tutti

 

 

Carissime sorelle e carissimi fratelli nel Signore,

ci ritroviamo all'inizio di un nuovo anno pastorale, in un tempo di grande fatica e speranza.

Certo della grazia che questo tempo riserva, il Santo Padre ci invita a non sciuparlo. Egli ci propone una sfida: ritrovare il coraggio di metterci insieme per camminare insieme (lat. synŏdus, gr. σύνοδος). Desideriamo farlo ricollocandoci come discepoli alla sequela di Gesù, riscoprendo la bellezza di essere anche noi figli nel Figlio e fratelli tra di noi. Ridaremo così senso e significato alle nostre esperienze di vita ecclesiale, lacerate dall'evento pandemico, ma anche da una profonda crisi di fede. Abbiamo perso la capacità di dialogare con Dio e siamo sordi alle domande più profonde che inquietano il mondo di oggi. Siamo spesso portatori di un cristianesimo triste e poco incisivo nella vita degli uomini e delle donne, soprattutto per le generazioni più giovani.

 

Papa Francesco chiede a tutte le Chiese del mondo di collaborare nel preparare il Sinodo dei Vescovi, che si terrà a Roma nel 2023, realizzando un percorso di ascolto e di dialogo, che ci vedrà coinvolti e che verrà approntato nei prossimi mesi. Approfittando di questo evento, le Chiese che sono in Italia sono invitate dalla Conferenza Episcopale Italiana a vivere un Cammino Sinodale che si prolungherà per circa quattro anni. L'intento è di attraversare questo tempo con una maggiore capacità di ascolto della realtà, dando vita a forme di autentica corresponsabilità, in cui ci sia spazio per tutti, attestando con sincerità, chiarezza e forza il protagonismo profetico dei laici.

 

Le modalità del cammino si chiariranno lungo la via, ma è certo che una domanda sarà al cuore del confronto: "Una Chiesa sinodale, nell'annunciare il vangelo cammina insieme. Come sta avvenendo questo camminare insieme oggi nella nostra Chiesa locale? Quali passi lo Spirito ci invita a fare per crescere nel nostro camminare insieme?"

 
Leggi tutto...
 
apr 08 2021
Il nuovo cero Pasquale PDF Stampa E-mail
Riflessioni
Scritto da Angela Fariello   
giovedì 08 aprile 2021

cero_pasqua21.jpeg
 
spiegazione_cero21.jpeg

 
 
apr 03 2021
AUGURI DI BUONA PASQUA! PDF Stampa E-mail
Riflessioni
Scritto da Angela Fariello   
sabato 03 aprile 2021

 

Quella mattina il Risorto ha mostrato alle donne
che è possibile il rotolare del macigno,
la fine degli incubi, l'inizio della luce, la primavera di rapporti nuovi

(Don Tonino Bello)

 

pasqua21.jpg

 
apr 03 2021
Messaggio del Vescovo per la Pasqua 2021 PDF Stampa E-mail
Riflessioni
Scritto da Angela Fariello   
sabato 03 aprile 2021
"L'avevano riconosciuto allo spezzar del pane"

 

pasqua_vescovo21.jpg Carissime sorelle e carissimi fratelli,

dalla clinica riabilitativa dove mi trovo, in attesa di un migliore recupero della salute, pensandovi con gioia, desidero far giungere a ciascuno di voi un pensiero augurale per la Pasqua e il tempo di speranza che si apre dinanzi.

Evitiamo il lockdown dei sentimenti


Siamo circondati dalla sofferenza e constatiamo fragilità, precarietà, limite, disperazione.
Sospesi tra timore e incertezze, rischiamo il lockdown dei sentimenti che, messi a dura prova, possono essere minimizzati e blindati dalla paura. Pur nella fatica di questi giorni e di un domani incerto e nebuloso, adoperiamoci affinché l'umano si manifesti nella forma più bella, sapendo attingere alla speranza pasquale che ci offre la consapevolezza di non essere più soli in Cristo.

 

Abbiamo bisogno di comunicarci affetto e solidarietà, attraverso le modalità più consone al cuore, così come ha fatto Gesù con i suoi, all'indomani della Risurrezione. Lui, il Vivente, ci accompagna e si rivela con il linguaggio della tenerezza, della vicinanza e della condivisione.

 

Gesù parla al cuore, nutre i corpi, dona consolazione e pace.
Se scorriamo i brani evangelici che narrano le apparizioni del Risorto, dal giardino del sepolcro (Gv 20, 1-18) alla riva del lago di Tiberiade (Gv 21,1-19), dal Cenacolo (Gv 20) a Emmaus (Lc 24, 13-35), Gesù comunica la sua presenza coinvolgendosi mediante un linguaggio che tocca e accarezza la vita dei suoi, sino a farla vibrare, trasalire di gioia e cambiare.

 

La Maddalena rinasce ascoltando il suo nome sussurrato dal Maestro: "Maria"; Pietro vince ogni ritrosia e paura, affrontando l'acqua del lago per raggiungere Gesù, giungendo a dichiarargli il suo amore: "Signore, tu lo sai che ti amo";

Tommaso esplode in una professione di fede, pronunciando parole meravigliose: "Mio Signore e mio Dio"; Cleopa e il suo compagno di viaggio, allo spezzare del pane, riconoscono il Maestro e abbandonano la via della tristezza e dello smarrimento per fare ritorno a Gerusalemme.

La vita, per tutti loro, si fa dono e diviene annuncio del Vangelo che salva.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 9 di 577

Vinaora Visitors Counter

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterToday1881
mod_vvisit_counterYesterday3416
mod_vvisit_counterThis week5297
mod_vvisit_counterThis month71386
mod_vvisit_counterAll6727566

Login

Live Users

Created by Francesco Benedetto