Home arrow Caritas
Caritas
ago 07 2017
Prima Giornata Mondiale dei poveri PDF Stampa E-mail
Scritto da Angela Fariello   
lunedì 07 agosto 2017
papagiornatapoveri2017_11.jpg

 

 

Benedette le mani che si aprono ad accogliere i poveri e a soccorrerli:

sono mani che portano speranza

Benedette le mani che superano ogni barriera di cultura,

di religione e di nazionalità

versando olio di consolazione sulle piaghe dell'umanità.

Benedette le mani che si aprono senza chiedere nulla in cambio,

senza "se", senza "però", e senza" forse",

sono mani che fanno scendere sui fratelli la benedizione di Dio.

 

 

Papa Francesco, ha indetto la Giornata Mondiale dei Poveri, nella XXXIII domenica del Tempo ordinario, che quest'anno cade il 19 novembre 2017, "perché le comunità cristiane diventino sempre più e meglio segno concreto della carità di Cristo per gli ultimi e i più
bisognosi"(cfr. Messaggio Santo Padre per la Giornata Mondiale dei Poveri).

 

La Caritas Diocesava vuole fare tesoro di questa Messaggio e dell'indizione di questa Gioranta!
Si chiede a tutte le comunità di far pervenire le proprie idee, proposte, iniziative, perchè la Giornata Mondiale dei Poveri non sia solo un giorno di memoria ma ci aiuti a vivere l'attenzione preferienziale ai poveri come stile di vita. Iniziative di preghiera, gesti di servizio, di vicinanza sono graditi soprattutto se realizzati insieme come realtà interparrocchiali, vicariati, comunità cittadine.

 

 

 Clicca qui per scaricare
il Messaggio di Papa Francesco per la GIORNATA MONDIALE DEL MALATO

 


 
gen 03 2013
Bottega della solidarietà PDF Stampa E-mail
Scritto da Angela Fariello   
giovedì 03 gennaio 2013
locandina_bottega_della_solidariet.jpg
 
dic 29 2012
45° Marcia Nazionale per la Pace PDF Stampa E-mail
Scritto da Angela Fariello   
sabato 29 dicembre 2012

marciapace2012.png

 

 Lecce, 31 dicembre 2012

17.00 Accoglienza dei partecipanti

Saluto di S.E. Mons. Domenico D'Ambrosio - Arcivescovo Metropolita di Lecce

PARROCCHIA S. MARIA DELLE GRAZIE IN S. ROSA

 

17.30 Preghiera ecumenica: "Vivere la fede nella pace"

Presiede S.E. Mons. Giancarlo Maria Bregantini

Presidente della Commissione Episcopale per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace

Interventi di evangelici e ortodossi

18.15 Partenza della marcia

 

18.45 Momento di annuncio: "Annunciare il Vangelo della pace"

Presiede S.E. Mons. Giovanni Giudici - Presidente di Pax Christi Italia

Testimonianza su don Tonino Bello di S.E. Mons. Luigi Bettazzi - già Presidente di Pax Christi Italia

PIAZZA LUDOVICO ARIOSTO

 

19.30 Momento della denuncia: "Stili di vita, sobrietà e carità"

Presiede S.E. Mons. Giuseppe Merisi - Presidente della Caritas Italiana

Testimonianza sui conflitti dimenticati: Dott. Paolo Beccegato - Caritas Italiana

PIAZZA GIUSEPPE MAZZINI

 

20.15 Momento della rinuncia: "Educare alla pace"

Presiede S.E. Mons. Domenico Sigalini - Assistente generale di Aci

Testimonianza sulla partecipazione dei laici: Ilaria Quarta - Ac Lecce

PIAZZA S. ORONZO

 

21.00 Tavola rotonda: "Tra diluvio ed arcobaleno... Primavera araba e Mezzogiorno"

Modera Dott.ssa Rosa Siciliano - Direttrice rivista «Mosaico»

Invitati: P. Paolo Dall'Oglio sj - Fondatore in Siria della Comunità monastica del Khalil per l'armonia islamo-cristiana

Prof. Mario Signore - già Docente di Filosofia morale, Università del Salento

CHIESA DI S. IRENE

 

22.00 Riavvio della marcia

 

22.30 Celebrazione eucaristica (Diretta su TV 2000)

Presiede S.E. Mons. Domenico D'Ambrosio

CATTEDRALE DI S. MARIA ASSUNTA

 

23.45 Momento conviviale

PIAZZA DUOMO

 
ott 09 2012
Numeri e non solo per leggere il cammino della caritas parrocchiale nel 2011-2012 PDF Stampa E-mail
Scritto da Angela Fariello   
martedì 09 ottobre 2012

logo_caritas_parrocchiale_2011_base.jpg

Il cammino della Caritas parrocchiale realizzato nell'anno pastorale settembre 2011
- settembre 2012 è stato illuminato dalla parabola del buon samaritano i cui
contenuti sono stati oggetto di approfondimento negli incontri mensili,  che oltre ad avere contenuti di programmazione operativa hanno ripercorso attraverso gli undici verbi/azioni che caratterizzano il testo del vangelo, l'impegno e la cura profusa dal
samaritano al suo prossimo, sforzandoci di guardare come noi viviamo la carità.


Questo percorso ha maturato negli operatori Caritas una maggiore consapevolezza e responsabilità verso le nuove e vecchie povertà presenti nella nostra comunità.



 

Leggi tutto...
 
gen 24 2012
La Carità come inquietudine di una Chiesa disarmata PDF Stampa E-mail
Scritto da Gruppo Caritas   
martedì 24 gennaio 2012

una traccia per il cammino della Caritas parrocchiale 2011/12

 

caritas_parr.le_01.png

Crisi di valori, crisi economica, complessità, intolleranza, disastri ambientali ......... se la pastorale della carità è offrire risposte di salvezza ai bisogni che emergono qui ed ora, è chiaro che variando continuamente la domanda, dovrà continuamente variare anche la risposta.

Questo è lo scenario da comprendere e "partire dagli ultimi" non è uno slogan pubblicitario, ma una condizione dell'umanità di cui una chiesa povera, semplice, mite, fa parte e ne sperimenta il travaglio dell'abbandono e dell'insicurezza, che lava i piedi al mondo senza chiedergli nulla in cambio (neppure il prezzo di credere in Dio o il pedaggio di andare a messa).

 

Accoglienza, scambio, integrazione, diversità, sono i termini che devono caratterizzare sempre più i nostri linguaggi. Egemonia, intolleranza, pregiudizio devono diventare vocaboli di un dizionario da archiviare.

Occorre spalancare la porta del futuro progettando insieme, osando insieme, sacrificandosi insieme: la compassione del cuore deve diventare anche compassione dell'intelligenza. E perché non venga meno la riserva della speranza occorre essere assidui e concordi nella preghiera per incontrarsi nelle scelte operative e, come dice San Paolo "rimanendo unanimi e concordi non facendo nulla per rivalità o vanagloria, ma ciascuno di voi, con tanta umiltà, consideri gli altri superiori a se stesso".

 

A questo punto l'icona evangelica più limpida dell'uomo e della donna impegnati nella carità, che snodano la loro vita tra i due riferimenti essenziali del cielo e della terra, è quella del buon Samaritano, l'uomo capace di misericordia, di prossimità, di compassione: l'umanità che si fa prossimo nell'ora giusta e nell'ora del dopo.

Ciascuno di noi è chiamato a farsi samaritano. A mettersi in viaggio alla ricerca del bene comune. A stare accanto alle persone rispettandone i volti. A saper  vedere chi è fuori dalle nostre case. A saper riconoscere che abbiamo bisogno dell'altro per superare la nostra povertà. A riscoprire che con il battesimo siamo chiamati a farci profeti di carità collaborando con tutte le realtà, istituzionali e sociali,  presenti e impegnati sul territorio per concorre alla definizione di scelte orientate a superare le situazioni di malessere. 

 


Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 9 di 22

Vinaora Visitors Counter

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterToday40
mod_vvisit_counterYesterday364
mod_vvisit_counterThis week1360
mod_vvisit_counterThis month7490
mod_vvisit_counterAll4666316

Login

Live Users

Created by Francesco Benedetto