Home

Ultimi Articoli

  • 17:25 - 09.03.2019 Nuntio Vobis ->> Riflessioni

    1quaresima19.jpg

     

    Ascolta la Parola (Lc 4, 1-4.13)

    In quel tempo, Gesù, pieno di Spirito Santo, si allontanò dal Giordano ed era guidato dallo Spirito nel deserto, per quaranta giorni, tentato dal diavolo. Non mangiò nulla in quei giorni, ma quando furono terminati, ebbe fame. Allora il diavolo gli disse: «Se tu sei Figlio di Dio, di' a questa pietra che diventi pane». Gesù gli rispose: «Sta scritto: "Non di solo pane vivrà l'uomo"»... Dopo aver esaurito ogni tentazione, il diavolo si allontanò da lui fino al momento fissato.


    Medita in silenzio

    Il Vangelo della prima domenica di Quaresima ci invita a sostare nel deserto, a svuotarci di quanto riempie la nostra vita, fossero anche bisogni basilari (il pane!), per ricalibrare l'esistenza, alla luce della Parola. Sì, perché abbiamo bisogno di parole portatrici di senso, che nutrano il cuore... Ma per coglierle (ed accoglierle) è necessario il silenzio. In ebraico "deserto" si dice midbar, che significa: luogo dove non ci sono esseri viventi, luogo dove non ci sono parole. Partiamo da lì, dal deserto, per riscoprire la forza del silenzio, primo grembo in cui sperimentare l'accoglienza del nuovo che irrompe nella storia: Dio. E se ci disorienta il suo arrivare in punta di piedi, ci rassicuri il fatto che per primo ha percorso la nostra precarietà, mostrandoci che prima di agire bisogna sostare, svuotarsi, scoprire di cosa ha fame e sete veramente il nostro cuore.

    Leggi tutto...
  • 08:32 - 06.03.2019 Nuntio Vobis ->> Riflessioni

     

    di don Marco Gasparini

    Oggi è il primo giorno di Quaresima e la Chiesa, da buona madre, ne ha fissato l'inizio

    il mercoledì delle Ceneri con una pedagogia ben precisa.

     

    quaresima2.jpg

    Apparentemente questa manciata di polvere - creata dai rami di ulivo avanzati la domenica delle Palme dell'anno scorso e poi bruciati - è un segno di morte e di finitudinein realtà svela la possibilità di un nuovo inizio.

    Infatti la parola d'ordine «conversione» - che scandirà i prossimi quaranta giorni - ci dice che l'uomo vecchio, quello che purtroppo continua a essere dentro di noi, deve cedere il passo all'uomo nuovo. Così Dio vuole distruggere tutto ciò che in noi sa di peccato, di stantìo, di malsano, di anti evangelico, per renderci più simili a Cristo, capaci di spendere la vita per amore.

    La Quaresima, allora, non è un tempo di costrizione o di sofferenza. È un tempo di preparazione seria alla Pasqua, questo sì, ma non triste. Stando così le cose, è più importante quello che Dio vuole fare per noi che non quello che noi possiamo fare per lui, è più centrale la grazia che l'ascetica, sebbene l'una non escluda l'altra.

    Proprio da ciò nascono quegli impegni che Gesù ci consegna oggi nel Vangelo che ascolteremo a Messa.

    La preghiera, innanzitutto. Pregare apre il cuore a Dio affinché nella comunione con Lui riusciamo a scoprire che cosa di bello riserva la sua vita per la nostra. 

     

    Saper trovare del tempo per dare fiato a questa sorta di amicizia è possibile facendo un po' di silenzio con il Vangelo sotto gli occhi oppure andando a Messa (oltre la Domenica) una volta durante la settimana, o magari andandoci a confessare più spesso. Anche prendere in mano il Rosario non è poi così male.

    Leggi tutto...
  • 20:03 - 17.02.2019 Nuntio Vobis ->> Riflessioni

    di Sara Manzardo

    Fonte: CORXIII

     

    Le chiese sono vuote, ma noi giovani abbiamo sete di Dio: la sfida più grande è, oggi,

    quella di contagiare i nostri coetanei con la bellezza della fede... 

     

    young-people-selfie-with-pope.jpg

    Fammi vedere in che cosa credi veramente, e ti dirò chi sei.

    La sfida più grande per noi giovani cristiani è, oggi, quella di contagiare i nostri coetanei con la bellezza della fede. Il fatto che le chiese siano vuote - soprattutto di under 40 - non è colpa dell'insensibilità e della superficialità delle nuove generazioni, quanto piuttosto di un modo sbagliato, superficiale e non abbastanza efficace che fino ad ora è stato adottato per mostrarci che è bello credere, è bello vivere la Chiesa, è bello trovare il senso della propria vita.

    Scriveva don Oreste Benzi: "guai a me se non predicassi il Vangelo, perché priverei gli uomini dell'incontro con Gesù". Credo sia questo il motivo che dovrebbe muoverci nel testimoniare la gioia del Risorto.

    Le chiese sono vuote, ma noi giovani abbiamo sete di Dio, sete di infinito, sete di significato.Ecco allora che testimoniare la fede tra i nostri coetanei diventa una priorità, una sfida avvincente che avrà l'entusiasmo di scoprire il "perché" questi giovani si avvicineranno alla pienezzaattraverso la nostra amicizia e la nostra vita, senza l'ansia di contare "quante" persone abbiamo trascinato con la forza in parrocchia.

    Sì, perché da una parte ci sono le religioni, che vanno in cerca di seguaci e magari rischiano di diventare settarie. Dall'altra c'è la fede che non guarda i numeri ma i cuori. E la fede in Gesù è per tutti gli uomini e le donne del mondo, è una fede che forma cercatori d'oro, che hanno capito dove sta la pienezza della vita e vogliono raccontarlo a tutti.

     

    Leggi tutto...
  • 10:51 - 11.01.2019 Nuntio Vobis ->> Annunci Parrocchiali

     

    Lo scorso 6 gennaio abbiamo ascoltato l'annuncio del calendario della Chiesa universale,

    ecco il calendario delle feste e degli avvenimenti che, invece,  si riferiscono alla vita della nostra Chiesa particolare:

     

     

    sacraments19.jpg

     

     

    Il sacramento del Battesimo sarà amministrato nei prossimi mesi il: 13 gennaio, 17 febbraio, 3 Marzo, 20 aprile durante la Veglia Pasquale, il 19 maggio e il 23 giugno.


    La Prima Confessione dei bambini di 3° elementare sarà celebrata Lunedì 8 Aprile alle ore 16,30.

     

    Le Prime Comunioni saranno amministrate durante la Messa delle ore 11.00:

    1° turno
    il 5 Maggio (Le classi di Michele Giorgio e Antonio Torelli);

    2° turno il 12 Maggio (Le classi di Gianna Castoro e Ilaria De Cecco).


    La Cresima sarà amministrata il 9 Giugno : Solennità di Pentecoste alle ore 9.30 e 11.30.


    Festa della Madonna di Quasano: 16 Giugno (3a Domenica del mese)


    Festa dei Santi Patroni: 1 Settembre (1a Domenica del mese)

    Leggi tutto...
mar 17 2019
Seconda domenica di Quaresima
Scritto da Redazione   
domenica 17 marzo 2019

2quaresima19.jpg

 

Ascolta la Parola (Lc 9, 28-36)

Gesù prese con sé Pietro, Giovanni e Giacomo e salì sul monte a pregare. Mentre pregava, il suo volto cambiò d'aspetto e la sua veste divenne candida e sfolgorante... Venne una nube e li coprì con la sua ombra... All'entrare nella nube, ebbero paura... E dalla nube uscì una voce, che diceva: "Questi è il Figlio mio, l'eletto; ascoltatelo!". Appena la voce cessò, restò Gesù solo.

 

Medita in silenzio

Tutta la persona di Gesù si trasfigura, emerge cioè la divinità nascosta sotto la natura umana. Una persona ascolta Gesù quando si gioca la vita per Cristo e Cristo diventa veramente l'unico. Chiedo anche a voi: "Ma tu hai scelto Gesù? Vuoi giocarti la vita con Lui?". Buttati dentro la grande avventura del Cristo e non avrai più niente da perdere! Dai butta via tutto, nel senso di dire: "Signore tu sei la mia luce, alla tua luce io vedrò la tua luce. Signore accetto te fino in fondo e vivo fino alle estreme conseguenze". Questo è veramente il compromettersi, il giocarsi la vita per Cristo; questo vuol dire ascoltare Gesù. Hai il desiderio di entrare nella luce del Signore, nella nube che ti avvolge e nella dolce certezza che Cristo Signore ci guida come ha guidato Abramo, come si è rivelato ai tre: Pietro, Giacomo e Giovanni? (don Oreste Benzi) 

 

Apri lo sguardo

Sono Giulia, giovane della provincia di Vicenza, faccio parte dei Corpi civili di Pace di Operazione Colomba, progetto dell'Associazione "Papa Giovanni XXIII". Dopo un'esperienza in Palestina, da gennaio 2017 sono in Libano, a 3 km dal confine siriano. Tel Abbas si trova in una delle regioni più povere, e con il più alto numero di profughi: 3000 abitanti di cui 2000 cristiani ortodossi e 1000 musulmani sunniti. Abbiamo costruito una tenda nel campo, come quelle siriane, dove viviamo con loro, condividendo la quotidianità. Qui, il rischio non è tanto nel confine con la Siria, né i soldati... il rischio è la sofferenza che provi quando scopri la verità, quando condividi pezzi di vita troppo pesanti da portare, quando il tuo nome diventa motivo di speranza. Ho scoperto che la mia vita non vale più di un'altra: se la mia vita vale tanto quanto quella degli altri, io e i miei privilegi possiamo metterci in pari alle vite degli ultimi. 

Leggi tutto...
 
mar 11 2019
Calendario liturgico-pastorale Quaresima 2019
Scritto da Redazione   
lunedì 11 marzo 2019

quaresima_chiesa19.jpg

 

     "Lo trascinarono fuori della città"

 

6 Marzo: Mercoledì delle ceneri:  giorno di digiuno e astinenza. Il frutto delle nostre rinunce di tutto questo tempo lo potremo deporre nel cestino la domenica della solidarietà, secondo le indicazioni della Caritas diocesana.

S. Messe con imposizione delle sante ceneri:

a S. Vincenzo ore 8.30

in Chiesa Madre ore 9.30-18.00-20.00

 

8 Marzo, Venerdì
Ore 19:15 in Chiesa madre Liturgia di inizio Quaresima.

 

10 Marzo: I Domenica di Quaresima

 

11 Marzo, Lunedì

Ore 19:15 Catechesi Comunitaria guidata dal prof. Beppe Micunco sul tema: "La Chiesa tra sofferenze e bellezza".

 

13 Marzo, Mercoledì

Ore 16:30 Pellegrinaggio con le altre parrocchie del nostro vicariato a Bari in Cattedrale per onorare la B.V. Maria Odegitria.

 

15 Marzo, Venerdì

Ore 19:15 in Chiesa Madre Via Crucis animata dai ragazzi della fascia sacramentale.

 

16 Marzo, Sabato

Pellegrinaggio Giovani e Famiglie in Cattedrale.

 

19 Marzo, Martedì: Solennità di S. Giuseppe - Festa del papà

S. Messe nella Chiesa omonima, ore 7,30-9,00-11.00-18:30

Ore 19:30 Processione con l'immagine del santo per le vie del paese.

 

22 Marzo, Venerdì

Ore 19:15 Via Crucis cittadina dalla Chiesa madre animata da Giovani e Giovanissimi

(Le 14 croci in questa Quaresima saranno collocate nella zona surd- verso Altamura, dove si terrà la Via Crucis) 

 

23 Marzo, Sabato:

Uscita Vicariale a Napoli, dove incontreremo un gruppo di ragazzi tolti dalla strada del quartiere Sanità e che hanno dato vita ad un'associazione "PARANZA". Seguirà la visita alle catacombe e al Cristo velato.

 

24 Marzo: III Domenica di Quaresima.

Giornata in memoria dei missionari martiri. Giornata di digiuno e preghiera.

 

25 Marzo, Lunedì

Ore 19:15 in Chiesa Madre: Liturgia Penitenziale Comunitaria. I sacerdoti del vicariato saranno a disposizione per le Confessioni.

 

26 Marzo, Martedì:

Ore 19:30 Catechesi vocazionale per ragazzi di II, III Media e Giovanissimi, guidata da don Pierpaolo Fortunato, Rettore del Seminario Arcivescovile di Bari.

Leggi tutto...
 
set 08 2018
Perché andare a Messa è roba da sfigati
Scritto da Redazione   
sabato 08 settembre 2018

 

Di Sara Manzardo https://www.corxiii.org

 

noia.jpgSì, lo so, stai pensando alle vecchiette stonate, alle schitarrate anni '80 e ai gruppi "anta" che condividono santini e amen sbarluccicosi su whatsapp...

 

Se stai leggendo questo articolo, i casi potrebbero essere due: o pensi che andare a messa sia effettivamente una roba da sfigati, oppure sei uno che va messa tutte le domeniche e sta cercando un modo per convincere i suoi amici di non essere uno sfigato. In entrambi i casi, mettiti comodo: sei nel posto giusto!

Per iniziare, ti direi addirittura che la messa oggi è roba per i giovani. Sì, lo so, stai pensando alle vecchiette stonate, alle schitarrate anni '80 e ai gruppi "anta" che condividono santini e amen sbarluccicosi su whatsapp. Ecco, mettili un momento da parte. Ah, certo, poi ci sono anche un sacco di persone peccatrici, incoerenti, poco misericordiose che vanno a messa... insomma, tante persone che non ti vanno proprio a genio. Ma sarebbe come non voler andare in palestra perché è piena di persone grasse e fuori forma!

Guarda un po' più in là: non so se lo sai, ma ci sono chiese che si riempiono di giovani fino a scoppiare! I corsi del Sog di Assisi, ad esempio, attirano i giovani come il miele! Oppure i Dieci Comandamenti di don Fabio Rosini, la GMG, le Missioni Universitarie e tante altre proposte... se vai a guardare ci sono chiese che non hanno abbastanza posti a sedere per questi ragazzi. Ma come è possibile?

Ecco i 7 motivi per cui andare a messa non è per niente una cosa da sfigati, ma anzi è una cosa sempre più cool e sempre più giovanile:

 

 

Leggi tutto...
 

Vinaora Visitors Counter

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterToday91
mod_vvisit_counterYesterday2119
mod_vvisit_counterThis week11170
mod_vvisit_counterThis month44430
mod_vvisit_counterAll5023177

Login

Live Users

Foto Varie


Chiesa San Nicola
 

Presepe Vivente 2010-2011
 

Presepe Vivente 2007-2008
 

XXII Festival Anspi
Created by Francesco Benedetto