Home arrow Non Solo Gruppi
Non Solo Gruppi
apr 06 2012
Pasqua PDF Stampa E-mail
Scritto da Angela Fariello   
venerdì 06 aprile 2012
resurc.jpg

 

La Pasqua è la Pasqua della speranza, della luce, della gioia! Perchè il Signore è risorto, perchè è al di sopra di tutte le nostre malattie, le nostre sofferenze, le nostre povertà; è al di sopra della morte. Voglio dire: non contristate la vostra vita!

 

"Al risorto non è lecito stare se non in piedi, in piedi!" - lo dicevano i padri della Chiesa. 

 

Vi faccio tanti auguri di speranza, tanti auguri di gioia, tanti auguri di buona salute, tanti auguri perchè, a voi ragazzi, ragazze, i sogni fioriscano tutti. Tanti auguri perchè nei vostri occhi ci sia sempre la trasparenza dei laghi e non si offuschino mai per le tristezze della vita che sembra ci sommergano. Vedrete come, fra poco, la fioritura della primavera spirituale inonderà il mondo, perchè andiamo verso momenti splendidi della storia, non andiamo verso la catastrofe. Ricordatevelo!

 

Non sono allucinazioni di uno che delira per la febbre. È vero, andiamo in alto, andiamo verso punti risolutori della storia, verso il "punto Omega" Gesù, cioè la "zeta". 

 

L'ultimo punto dell'alfabeto. In italiano è "Zeta", in latino è "Zeta", in greco è "Omega", in ebraico "Tau"; il "Tau", che molti di voi hanno, è l'ultima lettera dell'alfabeto ebraico. E noi andiamo verso l'ultima lettera dell'alfabeto, non verso la fine, ma verso l'inizio. Quindi gioite!

 

Il Signore vi renda felici nel cuore, le vostre amicizie siano sincere. Non barattate mai l'onestà con un pugno di lenticchie. Soprattutto vorrei augurarvi la pace della sera, quella pace che si sentiva un tempo quando ci si ritirava vicino al focolare. La pace della sera, quella che possiamo sentire anche adesso, se noi recideremo un po' dei nostri impegni così vorticosi, delle nostre corse affannate. Coraggio!

 

Vogliate bene a Gesù Cristo, amatelo con tutto il cuore, prendete il Vangelo tra le mani, cercate di tradurre in pratica quello che Gesù vi dice con semplicità di spirito.

 

Amate i poveri perchè è da loro che viene la salvezza, ma amate anche la povertà. Non arricchitevi! Non vale. Nel gioco della vita è sempre perdente chi vince nel gioco della borsa.

Vi abbraccio tutti, ad uno ad uno, e, vi vorrei dire, guardandovi negli occhi: Ti voglio bene!

 

Dal testamento spirituale di
Don Tonino Bello

 
ott 20 2011
Catechesi dei giovani PDF Stampa E-mail
Scritto da Angela Fariello   
giovedì 20 ottobre 2011

 

La preghiera, altro non è che, un intimo rapporto di amicizia, un frequente trattenimento da solo a solo con Colui da cui sappiamo di essere amati.

(Santa Teresa D'Avila)

preghiera.jpg

 

Anche quest'anno, ogni martedì alle ore 20.00, si tiene - presso il Centro Parrocchiale - la catechesi dedicata a tutti i giovani della parrocchia.

 

Il tema che sarà affrontato durante gli incontri è quello della PREGHIERA.

 

Il momento finale di questo percorso sarà il pellegrinaggio comunitario a Lourdes durante il periodo estivo. 

 

Di seguito proponiamo gli spunti di riflessione che hanno introdotto la discussione sul tema durante il primo incontro di catechesi. 

Leggi tutto...
 
ott 08 2011
GMG 2011 - Madrid PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
sabato 08 ottobre 2011

Radicati e fondati in Cristo...firmes en la fe!

gmg01.jpg

Prendi circa 2 milioni di giovani, aggiungici secchiate di entusiasmo, sorrisi, musica  e balli, bandiere colorate, temperatura atmosferica con picchi di 45°, un'improvvisa tempesta di vento e pioggia in una notte magica, preghiere recitate in silenzio o urlate a squarciagola...questa è stata la giornata mondiale della gioventù 2011!

E noi c'eravamo...Eravamo un piccolo puntino in quella marea di gente ma eravamo lì, con le nostre storie, le nostre aspettative, le nostre preghiere. E c'eravamo anche come rappresentanti della nostra comunità che, come sapevamo, ci stava accompagnando con la preghiera.

Di sicuro nessuno di noi, pellegrini torittesi del 2011, avrebbe mai immaginato cosa sarebbe successo in questi 12 gironi trascorsi insieme.

Certo, i programmi c'erano, cosa avremmo fatto lo sapevamo...ma non potevamo sapere come l'avremmo fatto e con chi!

E questa è stata la cosa più bella: scoprire che l'entusiasmo, la gioia, la partecipazione che pensavamo di avere erano nulla confronto a ciò che poi realmente abbiamo vissuto!

Il gemellaggio a El Vendrell accompagnati dal nostro vescovo, la visita a Tarragona e Barcellona, l'arrivo a Getafe e Madrid, i nuovi amici, i momenti di preghiera, le passeggiate...

Nei nostri cuori resteranno sempre i cori da stadio, i saluti festosi e chiassosi fra i pellegrini di tutte le nazioni ma allo stesso tempo non potremo mai dimenticare il modo istantaneo  con  cui si passava al silenzio dentro e fuori per meditare la Parola di Dio.

Si, perché se 2 milioni di giovani si sono dati appuntamento a Madrid sotto il sole cocente di agosto, se hanno dormito in sacchi a pelo, sopportato la scarsità d'acqua e  se la notte della veglia non si sono mossi dall'aerodromo di Quatro Vientos nonostante la tempesta, è perché erano lì nel nome di Gesù. Nessun  grande cantante, nessun evento mondano o sportivo, solo la forza della Parola che salva è riuscita ad attirarci e tenerci stretti gli uni agli altri.

Vogliamo fare nostre allora le parole del Papa:  "Non si può seguire Gesù da soli. Per farlo correttamente bisogna camminare con Lui nella comunione della Chiesa...Il mondo ha bisogno di Dio. Portate agli altri la gioia della vostra fede".

E facendoci guidare da  queste frasi ci siamo dati appuntamento a Rio de Janeiro nel 2013.

Noi ci saremo..chi vuole venire?

Carmen Savino

 

 

 

Leggi tutto...
 
ago 21 2011
Gioco Libera Tutti! PDF Stampa E-mail
Scritto da Angela Fariello   
domenica 21 agosto 2011
Il periodo estivo e la sfida educativa

foto2_e.i._2011.jpgAnche quest'anno l'Estate Insieme è stata un'opportunità per oltre cento bambini e ragazzi di Toritto di rendere le proprie vacanze un'esperienza ludica travolgente.

L'estate,si sa, è un momento privilegiato per l'oratorio: è il momento migliore per poter parlare ai ragazzi, rappresenta la grande possibilità educativa e l'occasione per superare la vita frammentata dei ragazzi con una proposta unitaria.

Con "I ragazzi della Via Pal " sono state proposte attività nel segno del gioco che, con tutte le sue potenzialità, ha preso per mano tutti i partecipanti al grest e li ha accompagnati nelle diverse giornate all'insegna dell'avventura, della curiosità, della solidarietà e delle sfide. I ragazzi della via Pal hanno potuto raccontare tante cose significative ai loro coetanei torittesi con la forza e la passione tipiche dei ragazzi di quattordici anni, con la loro carica irrefrenabile nella quale sentimenti e valori si mescolano per esplodere in un dinamismo prorompente.

Ma perché scegliere il gioco come tema principale per un'attività estiva? Il gioco è un importantissimo strumento di crescita per i ragazzi, li fa crescere nel senso del sacrificio e dello spirito di squadra, permette loro di assaporare il gusto dell'impegno e il senso delle regole, li allena alla vita. Anzi, è un vero e proprio esercizio di vita: nel gioco si compiono azioni reali in una dimensione ludica. 
Leggi tutto...
 
ago 21 2011
La ricetta dell'Estate: gioco, divertimento e amicizia PDF Stampa E-mail
Scritto da Angela Coscia   
domenica 21 agosto 2011
Anche quest'foto_e.i._2011.jpganno l'Estete Insieme si è conclusa, lasciandosi dietro una valigia di ricordi ed una domanda:

"E tu, sei un ragazzo della Via Pal?"

 

Un pizzico di simpatia, un pugno di ragazzi scalmanati, fantasia quanto basta, un cucchiaio di animatori scattanti  e pronti a tutto, tanto gioco, tantissimo divertimento e un bel ripasso dei giochi di una volta(la campana, la corda, "un, due, tre stella"!): ecco la ricetta giusta per un'estate indimenticabile!

La ricetta dell'Estate insieme 2011 che, quest'anno, ci ha resi partecipi delle avventure dei membri della Società dei raccoglitori di Stucco, meglio noti come I ragazzi della Via Pal , celebri personaggi dell'omonimo romanzo dell'ungherese Ferenc Molnár.
Una storia di

"bande, di giovani eroi che alle idee hanno dato un colore"

(come dice l'inno) una storia di coraggio, di amicizia, di rispetto e di sacrificio: valori importanti che, pian piano, hanno voluto irrompere nella vita dei ragazzi. Sì loro, i ragazzi, i veri protagonisti di quest'Estate Insieme.

Divisi in 4 squadre, la Società dei Raccoglitori di Sogni, la Società dei raccoglitori di Biglie, la Società dei raccoglitori di Idee e la Società dei raccoglitori di Note, hanno cercato di raggiungere la vittoria. E se si perdeva poco importava, l'importante era giocare, e giocare tanto.

Dopotutto il sussidio che ci ha aiutati nell'organizzazione delle attività s'intitolava Gioco libera tutti: giocando si diventa grandi, giocando si è liberi!!! Liberi di conoscere nuovi amici, liberi di crearsi una coscienza propria, liberi di divertirsi, liberi di imparare.

 

 

 

 


Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Pross. > Fine >>

Risultati 46 - 54 di 73

Vinaora Visitors Counter

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterToday1473
mod_vvisit_counterYesterday1686
mod_vvisit_counterThis week1473
mod_vvisit_counterThis month32442
mod_vvisit_counterAll7357261

Login

Live Users

No Members Online.
Created by Francesco Benedetto